Gli allestimenti interattivi di Bat-Tech per il Mu-ch

Bat-Tech Italia lascia la firma sulle strutture espositive del Museo della chimica di Settimo Torinese
Bat-Tech Italia lascia la firma sulle strutture espositive del Museo della chimica di Settimo Torinese

Ancora una volta Bat-Tech Italia stupisce tutti raccogliendo una nuova sfida per conto di ETT SPA, azienda leader nell’innovazione digitale che si occupa della creazione di esperienze uniche integrando design, storytelling e tecnologia all’avanguardia, per creare connessioni tra luoghi e persone attraverso esperienze immersive.

Dopo aver ultimato la realizzazione delle ossa di Willard, il dinosauro esposto ad Hong Kong in occasione della mostra “The Big Eigth – Dinosaur Revelation”, l’azienda di Gardigiano di Scorzè si è dedicata alla realizzazione degli allestimenti interattivi “chimici” del MU-CH, il primo Museo interattivo internazionale della Chimica di Settimo Torinese intitolato a Primo Levi.

Si tratta del primo museo interattivo d’Europa dedicato alla chimica ed è stato allestito nei locali dell’ex fabbrica di vernici Siva, dove lo scrittore Primo Levi lavorò come chimico e direttore del laboratorio dal 1947 al 1975.

Bat-Tech Italia lascia la firma sulle strutture espositive del Museo della chimica

Sono molte le attività all’interno del museo, realizzate con lo scopo di far cimentare il pubblico con gli esperimenti e mettersi in gioco in prima persona. L’esposizione è stata divisa in cinque zone dedicate a un argomento differente della chimica, ed è possibile approfondire ciascuna di esse attraverso esperimenti e installazioni interattive. Ci sono la sfera al plasma che genera scariche elettriche, il generatore di scariche elettrostatiche che ti fanno schizzare i capelli, macchinari che mostrano i vari strati della materia e tanto altro.

Ci siamo occupati della creazione e costruzione vera e propria di 28 exhibit, una serie di macchine interattive per fare tutti gli esperimenti chimici per giocare, imparare e sperimentare installazioni interattive.

Michele Battaglini, CEO di Bat-Tech Italia.
Gli allestimenti interattivi di Bat-Tech per il Mu-ch

Partendo dalle schede tecniche fornite da Pleiadi, l’azienda si è occupata della creazione di tutte le strutture, ognuna di un colore diverso, dal blu, al fucsia, all’arancione, fino ad arrivare al giallo. Grazie alla consolidata esperienza nella creazione di opere in polistirolo, Bat-Tech Italia ha lavorato in primo luogo sulla sicurezza. Ha costruito la tavola periodica degli elementi, un exhibit legato agli stati della materia e al mondo dei gas per la simulazione degli atomi con le palline da ping pong, creato casette sotto le quali i bambini scoprono i fenomeni dell’elettrochimica, altre installazioni per testare la conducibilità elettrica, la sfera al plasma, la macchina delle bolle di sapone e molto altro. Strutture vere e proprie, riviste e corrette in alcuni particolari per renderle sicure, funzionali dal punto di vista chimico ed esteticamente belle.

Grazie al Team di Bat-Tech sempre sul pezzo, preparato dal punto di vista tecnico e tecnologico, si è fatto un altro passo avanti: importantissimo per noi e per tutti i clienti che ci hanno scelto e credono in noi. Ci teniamo a ringraziare ETT e il Gruppo Pleiadi per averci scelto, supportato e per averci dato la possibilità di arrivare sempre più in alto.

Alla fine per Bat-Tech, è solo una questione di CHIMICA!